Giornata Nazionale dell’Informazione Costruttiva

Il 3 maggio 2022 ricorre la seconda edizione della Giornata Nazionale dell’Informazione Costruttiva voluta dal Movimento Mezzopieno per coinvolgere giornalisti e giornaliste di tutta Italia, redazioni e media a diversi livelli in un momento di azione e sensibilizzazione sul giornalismo e sull’informazione al servizio della società.

gnic2021

Perché il 3 maggio

Il 3 maggio si celebra in tutto il mondo la Giornata Internazionale della Libertà di Stampa, un’occasione per riflettere sull’importanza dei principi in difesa della libertà di parola e di informazione, del pluralismo e dell’indipendenza dei media.

Questi diritti sanciti dalla Costituzione Italiana e dalle principali democrazie di tutto mondo, assumono un significato di particolare valore sociale e attribuiscono ai media un ruolo estremamente importante nella formazione dell’opinione pubblica, nella creazione della percezione della realtà e sulla qualità della vita dei lettori e della società intera. Per questo motivo molti giornalisti negli ultimi anni si sono organizzati per proporre modelli informativi più costruttivi e responsabili, che informino l’opinione pubblica e che contribuiscano a limitare le logiche di parte e ad alleviare polemiche, sfiducia e conflittualità. La Giornata è nata dall’impegno di centinaia di giornalisti coinvolti nella campagna nazionale per la Parità di Informazione Positiva, lanciata nel 2018 dal movimento Mezzopieno, che vede l’adesione di 6800 sottoscrittori.

Gli eventi in programma per la #GNIC22

La Giornata è realizzata a livello nazionale e locale su quotidiani, periodici, radio, televisioni e social network, sulla carta stampata e on-line ed è aperta a tutti i giornalisti e ai professionisti dell’informazione e della comunicazione.

Photo by Pixabay on Pexels.com

Ideata dal movimento Mezzopieno e da un gruppo di media promotori, la Giornata proporrà approfondimenti e confronti attorno ai modelli e agli strumenti costruttivi messi in campo dal mondo dell’informazione e vedrà coinvolti 20 partecipanti in una diretta pubblica trasmessa online, martedì 3 maggio, dalle 9 alle 13, sul sito dedicato alla giornata: https://www.giornatainformazionecostruttiva.site/

Interverranno Luca Streri (Rete Italiana della Positività Mezzopieno), Stefano Lampertico (Scarp de Tenis), Francesco Di Costanzo (PA Social), Paolo Piacenza (Master Giornalismo Giorgio Bocca), Guglielmo Rapino (Being Aware), Nicola Perrone (Agenzia DIRE), Olivier Turquet (Pressenza), Aurora Nicosia (Città Nuova), Marco Frattodi (SapereAmbiente), Maurizio Lozzi (Conscom), Pierluigi Cavalchini (Città Futura), Silvia Pochettino (ONG 2.0 Impactskills), Daniela Bertolusso (Amici di Don Bosco), Italo Vignoli (Libre Italia), Chiara Giaccardi (Generatività/Comunicazioni sociali), Antonio Labanca (Missioni Don Bosco), Luca Salici (Tante care cose), Patrizia Caiffa (B-Hop Magazine).

Dalle 14 alle 17, in presenza a Milano, presso l’Hotel Manin (Via Manin 7, Milano) si terrà l’evento di formazione “Il giornalismo che vorrei. Costruire e valorizzare un giornalismo più costruttivo e al servizio del bene comune e ricreare la fiducia nei lettori”, organizzato da Mezzopieno, insieme a Constructive Network, Dirittodellinformazione.it, Freelance Network Italia, che rifletteranno su come promuovere il diritto all’informazione e valorizzare il giornalismo costruttivo.

Photo by Pixabay on Pexels.com

Per ampliare la riflessione, le quattro organizzazioni proponenti hanno lanciato un’indagine nazionale dal titolo “Il giornalismo che vorrei”, (https://osservatorioinformazione.org/ ), il cui obiettivo è coinvolgere lettori, fruitori di media e giornalisti in un’ampia riflessione e un confronto allargato e condiviso sul giornalismo italiano e valorizzare le forme e le fonti di giornalismo costruttivo che hanno saputo creare e coltivano un rapporto di fiducia con i propri utenti.

Durante la giornata di formazione verranno approfonditi questi temi e presentati e analizzati alcuni dati dell’indagine in corso, con interventi di Luca Streri, fondatore del Movimento Mezzopieno; Marta Casonato, psicologa, PhD, responsabile dell’ufficio studi di Mezzopieno e Semi Onlus; Ruben Razzante, Docente di Diritto dell’Informazione all’Università Cattolica di Milano e all’Università Lumsa di Roma e membro dell’Unità di monitoraggio per il contrasto della diffusione di fake news relative al COVID-19 sul web e sui social network; Assunta Corbo, giornalista, autrice e speaker. Ha fondato il Constructive Network per diffondere il giornalismo costruttivo in Italia, autrice del libro “Empatia Digitale”, saggio sulla comunicazione edito da Do It Human; Barbara Reverberi, giornalista, mentore per freelance, podcaster, LinkedIn TOP VOICE 2022; modera Elisa Gallo, giornalista

L’evento sarà in streaming, aperto a tutti, senza necessità di iscrizione e accesso ai crediti, sul sito: https://www.giornatainformazionecostruttiva.site/  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.