Con i Terconauti, autismo e amore con ironia

Per la giornata mondiale dell’autismo, dai social alla tv i Terconauti parleranno di inclusione

Il 2 aprile è la Giornata mondiale della consapevolezza dell’autismo, celebrata sui social e sulla tv anche grazie ad artisti come i Terconauti che parlano di inclusione. In Italia un bambino su 77, nella fascia tra i 7 e i 9 anni, presenta un disturbo dello spettro autistico, con una prevalenza maggiore nei maschi (4,4 volte più delle femmine).

L’autismo in numeri

Negli ultimi due anni, l’isolamento legato alla pandemia Covid-19 ha aggravato le condizioni delle persone con autismo e complicato ulteriormente la vita delle circa 500.000 famiglie italiane che si trovano a far fronte alle difficoltà pratiche che il convivere con questa condizione comporta.

Questa la denuncia che arriva dalle associazioni in vista della Giornata mondiale della consapevolezza dell’autismo che si celebra il 2 aprile e che vedrà centinaia di monumenti, in Italia e nel mondo, illuminarsi di blu. Per le associazioni, però, non bastano le luci accese e i messaggi di solidarietà di fronte a problemi che “oggi sono gli stessi di dieci anni fa, ma nascosti dalle notizie sulla pandemia e sulla guerra”.

Con i Terconauti l’autismo è sinonimo di ironia

Per la giornata mondiale dell’autismo, dai social alla tv i Terconauti parleranno di inclusione, un tema che i Terconauti hanno saputo interpretare con amore e ironia a partire dal web.

Famosissimi sui social, i Terconauti affrontano il tema dell’autismo con amore con ironia, solo su Instagram sono a quota 100 mila follower. La loro è una comunicazione fatta di delicatezza e profondità su tematiche importanti come l’inclusione che affronteranno in una puntata a tema di “O Anche No”, il programma di inclusione sociale e disabilità realizzato con la collaborazione di Rai per il Sociale e Rai Pubblica Utilità per la giornata mondiale dell’autismo.

Domenica 3 aprile alle 9,10 sarà possibile vedere la replica alla puntata andata in onda su Rai 2, venerdì 1° aprile alle 23,55 : i fratelli Damiano e Margherita Tercon insieme a Philipp Carboni parleranno di autismo con amore e ironia e il loro stile delicato proprio come quello dei loro video, diventati virali su facebook, youtube e tiktok, naturalmente tutta la famiglia Tercon è sotto le telecamere: c’è infatti la madre Simonetta Lolli, ma anche il padre Mauro in una comparsata.

In quanti modi si può parlare di autismo?

Dal web, alla tv, al teatro passando per l’editoria, i Terconauti continuano ad esplorare e sperimentare varie forme d’arte per trasmettere il messaggio potente di normalità, energia e positività. Nel 2020, i fratelli Damiano e Margherita Tercon hanno pubblicato (per Mondadori) il libro “Mia sorella mi rompe le balle – Una storia di autismo normale”, diventato un best-seller. Nel 2021 il debutto nel mondo della musica con il singolo “Ballo Pessimo”: la canzone (un sequel in musica dello sketch “Mia sorella mi rompe le balle”, che vede Damiano passare dalla lirica alla dance) è un manifesto a favore dell’inclusione sociale, che cattura dal primo ascolto.

Ballo Pessimo la hit dei Terconauti

I Terconauti autori di amore e ironia

I fratelli Damiano e Margherita Tercon, insieme a Philipp Carboni, si muovono tra video web, tv, teatro, fumetti e libri, con la loro frizzante ironia e un nuovo modo di fare comicità.

fumetti_terconauti
www.terconauti.com

La loro sfida è dimostrare che, ciò che per molti potrebbe essere visto come un limite, è in realtà una strada in grado di aprire a infinite possibilità. Non è un caso se le loro esibizioni a “Italia’s Got Talent” e “Tu Si Que Vales” hanno lasciato il segno, togliendo all’autismo quel velo di pietismo che di solito ricopre l’argomento. E con lo stesso mood hanno portato avanti diverse collaborazioni, tra cui spicca quella con i The Show con cui hanno realizzato, in giro per Milano, delle divertenti candid camera con cui sono riusciti far capire, con un sorriso, che anche chi è autistico è una persona come tutte le altre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.